PROGETTI SOCIALI

Progetti sociali

PalaCollegno e Collegno Basket sono protagonisti della realizzazione dei SOUSTENIBILITY PROJECTS: progetti sociali pensati e destinati non solo ai tesserati Collegno Basket e PalaCollegno, ma anche alla collettività e al territorio di Collegno.

Per informazioni e per sostenere i progetti: segreteria@palacollegno.it.

Grazie fin d’ora a quanti vorranno dare il proprio sostegno ai progetti!

 

 

 “Vuoi giocare con noi?” è un progetto di inclusione sociale. Ha lo scopo di facilitare l’accesso al gioco della pallacanestro a minori che si vedono negare tale possibilità poiché appartenenti a contesti famigliari-economici-sociali deboli o in difficoltà. Il progetto promuove uno stile di vita sano e attivo tramite lo svolgimento di una regolare attività fisica. Alla base vi è il principio che il basket è un veicolo efficace per imparare le regole, uscire dall’isolamento e socializzare, promuovere i principi di fratellanza, rispetto e fair play.

 

 

Bulli out!” è un progetto destinato a combattere il fenomeno del bullismo. Ha lo scopo di monitorare costantemente la situazione all’interno dei gruppi squadra, attraverso le osservazioni e i report degli allenatori e dei dirigenti e il dialogo con i propri atleti. Lo sguardo della società sportiva è diretto non solo allo spogliatoio e al campo da gioco, ma anche a eventuali situazioni che si presentassero in tribuna tra gli spettatori. Collegno Basket vuole proporsi come portatore sano di competizione e di rispetto, rifiutando qualsiasi atteggiamento offensivo e discriminatorio: fin dal minibasket insegna, attraverso il gioco, il rispetto per l’altra persona, compagno o avversario di gioco che sia.

 

 

Collegno Basket si sente responsabile anche di quanto sta attorno all’aspetto tecnico-sportivo di una società sportiva: tra questo, rientrano anche i comportamenti che i propri giocatori possono attuare dentro e fuori dal campo. Collegno Basket vuole fare del Fair Play un proprio manifesto. I tesserati devono comportarsi secondo i principi di lealtà, correttezza, rispetto, ovvero con Fair Play in ogni funzione, prestazione, dentro e fuori dal campo. Attività varie e sensibilizzazione con i propri tesserati sono programmati per raggiungere questo obiettivo.

 

 

Collegno Basket si sente responsabile anche di quanto sta attorno all’aspetto tecnico-sportivo di una società sportiva: tra questo, rientrano anche le azioni che tifosi – organizzati e non – possono sviluppare, influenzando l’educazione dei giovani tesserati CB e l’immagine della società. Da queste premesse nasce il progetto dello S.L.O., il Support Liasion Officer. Lo S.L.O. è il responsabile della tifoseria nominato dal Club, con il compito di costruire un dialogo club/tifosi, educare al tifo leale e corretto e migliorare il dialogo fra gli spalti e la squadra.
È una figura ufficiale che ad oggi nel mondo del basket non esiste: Collegno Basket vuole anticipare tutti anche in questo!”.

 

 

Nel 2006 nell’atrio del PalaCollegno, struttura di principale utilizzo del Collegno Basket, è stata installata una libreria aperta a tutti, con la possibilità di prendere o lasciare libri. Ad oggi si contano oltre 500 volumi totalmente autogestiti. Il progetto “Libri in movimento” ha l’obiettivo di rendere l’esperienza della lettura sempre più accessibile, moltiplicando le opportunità di leggere (anche in un palazzetto dello sport!), trasformando il territorio in una biblioteca accessibile a tutti, in cui i libri vengono messi a disposizione di tutti.

 

 

Down is up” è un progetto di inclusione sociale. Il mondo dei diversamente abili entra in Collegno Basket e vi entra con un progetto loro dedicato: nella stagione 21/22 sarà costituita la prima squadra composta da ragazzi con sindrome di Down. Non sarà un settore a parte, ma una vera e propria squadra del settore giovanile CB.

 

 

 

 

Collegno Basket crede nella formazione e nella crescita dei propri giovani tesserati, non solo in campo, ma anche fuori. Da questo nasce il progetto “Allenamento alla memoria“. La consapevolezza di quanto è accaduto nei campi di concentramento nazisti è uno degli aspetti di crescita per i ragazzi. Obiettivo del progetto è far conoscere e tramandare le testimonianze di quegli orrori, affinché non si dimentichi. Il 27 gennaio il Collegno Basket programma un allenamento differente: invece di incontrarsi in palestra, la squadra si incontra in sala conferenze e partecipa a una attività per conoscere e mantenere viva la memoria.

 

 

Il progetto “Educational program” prevede l’attivazione di un servizio dopo-scuola al PalaCollegno. Gli obiettivi del progetto sono: socializzazione, sostegno allo studio, formazione e attività motoria.
Il servizio è strutturato per offrire ai ragazzi un luogo sicuro e accogliente dove poter svolgere i compiti assegnati con il supporto di tutor. Inoltre il progetto è pensato anche per trascorrere il pomeriggio in compagnia di coetanei, rispondendo così al bisogno di relazione e aggregazione
Lo staff del PalaCollegno assicura alle famiglie attenzione e gestione delle ore pomeridiane dei figli, per aiutarle a superare le difficoltà organizzative che incontrano sempre più frequentemente.

 

 

Il progetto “eGames Team” è pensato per quanti amano il basket e che avranno una ulteriore possibilità di dimostrarlo attraverso le nuove tecnologie e il gioco elettronico. I videogames possono essere uno strumento di identificazione; sono oggi un “”nickname”” che permette di far parte di una comunità, anche se virtuale.
Obiettivo del progetto è creare occasione di incontro e confronto tra appassionati di videogiochi, trasformando quello che è un gioco e una passione in un momento ludico di sport: diventa una alternativa ulteriore data ai ragazzi del 2000.

 

 

Il “Teddy bear toss” è una iniziativa di beneficenza, popolare soprattutto nel periodo natalizio, e originaria della tradizione sportiva. L’iniziativa consiste nel recarsi ad una partita della prima squadra del Collegno Basket con un pupazzo di peluche e lanciarlo in campo in un momento prestabilito, come il primo primo canestro della partita. I peluche vengono poi raccolti dalle squadre in campo e donati in seguito ad ospedali, comunità o associazioni di beneficenza che operano con bambini in difficoltà.
Obiettivo del progetto è creare un progetto di solidarietà, coinvolgendo famiglie e atleti nell’iniziativa del Collegno Basket.

 

 

Toys for all” è un semplice progetto di solidarietà che abbina il “voler dare” con il “voler condividere”.
Il progetto prevede che giocattoli (nuovi e usati) e abbigliamento sportivo in disuso vengano raccolti, sanificati, catalogati e poi consegnati a chi non può permettersi di averne.
Collegno Basket crede nella realizzazione dell’attività non solo limitata all’evento natalizio, ma allargato anche ad altri periodi dell’anno, come i compleanni oppure la conclusione dell’anno scolastico.
Il tutto rispettando al massimo discrezione e privacy delle famiglie.